facebook  twitter youtube3 instagram

Il vecchio e il nuovo nella città antica. Un Quartiere per l’Arte

Primo incontro dibattito

Cesare Brandi
Il vecchio e il nuovo nella città antica

a cura di Roberto Barzanti
Accademia Senese degli Intronati
Presentazione del volume
saranno presenti:
Fabiano Di Prima
Maurizio Elettrico
Enzo Mecacci
Giulio Pane
Pasquale Persico
Marco Pierini
modera: Lorenzo Manenti
Museo Hermann Nitsch
venerdì 24 aprile 2009 ore 16.00

Il vecchio e il nuovo nella città antica è il titolo del volume di Cesare Brandi che raccoglie una serie di conferenze tenute negli anni ‘60 ed un testo inedito conservato tra le carte dell’Archivio comunale di Siena. Il volume, pubblicato dall’Accademia Senese degli Intronati a cura del prof. Roberto Barzanti, ripropone le riflessioni dello storico e critico d’arte senese sul tema del rapporto tra nuovo e antico nelle città italiane, in cui si esprime la necessità di tutelare la struttura cittadina. Una tutela che non è soltanto conservazione, bensì di integrazione urbanistica.
Cesare Brandi, fondatore e direttore dell’Istituto Centrale del Restauro, amava infatti ripetere nelle sue opere che la storia è il presente e la cronaca è il passato, e che troppo spesso in nome della conservazione dei centri storici si dimentica che essi sono anzitutto abitazioni, perciò carichi di vita, e non dei monumenti, indicando come soluzione del problema un supremo equilibrio tra le forme e la vita della città. Un tema quanto mai attuale. Molti monumenti sono in stato di abbandono, specialmente i monasteri e conventi soppressi, alcuni dei quali trasmessi dalle diocesi al Demanio dello Stato anziché alle Soprintendenze. E alcuni tra questi monumenti in abbandono divengono facile preda di saccheggi oppure si trasformano per iniziativa privata in alberghi di lusso.
Su questa problematica e sulle possibili soluzioni nasce a Napoli il progetto “Quartiere per l’arte” in cui si attualizza concretamente il dibattito brandiano sull’integrazione tra vecchio e nuovo. L’idea, curata da Franco Coppola, Giuseppe Morra, Roberto Paci Dalò e Nicoletta Ricciardelli, annuncia il ruolo potenziale e strategico della Fondazione Morra nel proporre al quartiere, ed agli interlocutori istituzionali, un dibattito capace di comporre ed attivare la rete delle “Identità creative e plurali” che vivono nella II Municipalità Avvocata - Montecalvario - Porto. Gli spazi nuovi, la Fondazione Morra e il Museo Hermann Nitsch/Archivio Laboratorio per le Arti Contemporanee, si propongono come nodi di propulsione e sviluppo nelle diverse aree del quartiere-municipalità segnalato. Lo scopo del progetto è strutturare a poco a poco questo insieme di nodi delle arti fino a farlo riconoscere come tessuto innovativo della città; lo slogan “un quartiere si fa città” è la sintesi del processo che avvia una nuova ed intensa progettualità che può restituire vita ad un tessuto storico altrimenti inerte.
La presentazione del volume e del progetto avverrà venerdì 24 aprile, ore 16,00, presso la sede del Museo Hermann Nitsch/Archivio Laboratorio per le Arti Contemporanee, in vico Lungo Pontecorvo 29/d, Napoli.
Saranno presenti: Enzo Mecacci (segretario dell’Accademia degli Intronati, Siena), Marco Pierini (direttore di SMS Contemporanea, Siena), Giulio Pane (docente di Storia dell’Architettura - Università Federico II, Napoli), Pasquale Persico (docente di Economia Politica - Università degli Studi, Salerno), Fabiano Di Prima (ricercatore Diritto Canonico e Diritto Ecclesiastico - Università degli Studi, Palermo), Maurizio Elettrico (artista). Modera Lorenzo Manenti.

Venerdì, 24 Aprile, 2009 - 18:00